Home Centro studi per la Scuola Pubblica - CESP Padova Home

ROMA: PROTESTA DEI PRECARI - Centro Studi per la Scuola Pubblica di Padova
Home > news > ROMA: PROTESTA DEI PRECARI

precariato

ROMA: PROTESTA DEI PRECARI

precari in movimento

venerdì 13 luglio 2012

COMUNICATO Coordinamento Precari Scuola Roma

Un gruppo di insegnanti del CPS-Roma è entrato oggi nella sede della direzione nazionale-scuola del PD di via del Tritone per protestare contro la linea del partito sulle politiche scolastiche e le recenti, assurde dichiarazioni dell’onorevole De Torre, membro della VII commissione alla Camera. Sono stati ricevuti dall’onorevole Puglisi, responsabile scuola del PD, alla quale hanno fatto presente:

· L’inaccettabilità delle dichiarazioni dell’on. De Torre.

· L’inaccettabilità di un concorso senza posti e senza una fondamentale e necessaria politica di ritiro dei tagli e di rifinanziamento.

· L’opposizione alla spending review e allo spostamento degli esuberi su classi di concorso diverse rispetto alle proprie.

· La loro totale opposizione al processo di privatizzazione previsto dal PDL 953.

L’onorevole Puglisi si è dissociata dalle dichiarazioni della De Torre, definendole espressioni di un parere personale contrario alla politica del partito. Ha dichiarato di essere disponibile alla possibilità di un concorso solo sulle classi di concorso già esaurite. Ha esposto la contrarietà del PD ai provvedimenti sulla scuola contenuti nella spending review, dichiarando che a settembre ci saranno 22.000 assunzioni tra i docenti e 7.000 tra gli ATA. Ha tuttavia affermato che, per evitare gli attuali esuberi, occorrerebbero 270 milioni di euro, sul cui reperimento il PD non propone soluzioni.

L’onorevole ha invece difeso il PDL 953, sostenendo che l’iter in commissione è stato funzionale ad evitarne il peggioramento in aula ed ha negato che tale provvedimento apra la strada alla aziendalizzazione della scuola pubblica.

Gli insegnanti del CPS hanno mantenuto le proprie critiche sul PDL 953 e si sono dichiarati perplessi sulle capacità e volontà del PD di intervenire concretamente sulla spending review e di evitare il concorso. Hanno quindi ribadito l’importanza del presidio del 16 luglio mattina a Montecitorio.

Il CPS, a partire da spending review e concorso, vigilerà sul comportamento sinora ambiguo e contraddittorio dei partiti e contesterà apertamente le politiche di quanti, avendo responsabilità di governo, non fanno seguire fatti alle parole.

Roma 11/07/2012

Coordinamento Precari Scuola Roma

movimentoinsegnantiprecari@gmail.com,

blog: http//cps-roma.blogspot.com/