Home Centro studi per la Scuola Pubblica - CESP Padova Home

MOZIONE COLLEGIO DOCENTI DEL LICEO STATALE “G. CARDUCCI” - TRIESTE - Centro Studi per la Scuola Pubblica di Padova
Home > materiali > MOZIONE COLLEGIO DOCENTI DEL LICEO STATALE “G. CARDUCCI” - TRIESTE

documento

MOZIONE COLLEGIO DOCENTI DEL LICEO STATALE “G. CARDUCCI” - TRIESTE

selezione mozioni

sabato 11 settembre 2010

MOZIONE COLLEGIO DOCENTI DEL LICEO STATALE “G. CARDUCCI” - TRIESTE

Il Collegio Docenti del Liceo Statale “G. Carducci” di Trieste,
riunitosi in data 10 settembre 2010,

prendendo atto dell’impoverimento
della scuola pubblica e della sua delegittimazione culturale e
pedagogica voluti dalla c.d.“riforma” Gelmini, in particolare:

la
consistente riduzione del tempo scuola,
l’aumento del numero di
studenti per classe,
l’azzeramento delle ore a disposizione per le
sostituzioni dei docenti assenti,
la riduzione del personale docente,

la riduzione del personale Ata,
l’espulsione dei precari dalla scuola,

l’impianto fortemente disciplinare e nozionistico del Liceo delle
Scienze Umane, deprimente sia sul piano culturale che didattico,

intende porre in evidenza come la riforma Gelmini, fondata unicamente
su tagli di spesa e priva quindi di coerenza didattica e pedagogica,
porti ad una scuola pubblica che comprime il dettato costituzionale del
diritto all’istruzione.
Denuncia inoltre gli effetti di ordine sociale
che la “riforma” Gelmini ha sulle famiglie dei nostri alunni,
riversando su di queste costi spesso difficilmente sopportabili.

Denuncia altresì la campagna denigratoria nei confronti dei docenti
precari: tale campagna ha visto protagonista lo stesso Ministro dell’
Istruzione ed ha avuto il chiaro intento di rendere più digeribile, se
non auspicabile, per l’opinione pubblica, stroncare le carriere di
alcune decine di migliaia di insegnanti.

Pertanto il Collegio Docenti
invita

a non accettare cattedre superiori alle 18 ore;
a non accettare
alunne/i di altre classi in caso di assenza dei docenti, salvo casi
eccezionali;
a non svolgere attività aggiuntive rispetto a quelle
previste dalla funzione docente;

ritiene opportuno

sospendere i
viaggi di istruzione e le visite guidate

e delibera

di inviare il
testo della presente mozione al Ministro dell’Istruzione Università e
Ricerca, alla Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale del Friuli
Venezia Giulia ed agli organi di stampa.

Trieste, 10 settembre 2010

Mozione approvata a maggioranza con due voti contrari