MPI
USR Veneto
USP Padova
Comune Padova
Provincia Padova
Regione Veneto
Italia - servizi
Europa


Centro Studi per la Scuola Pubblica
via Cavallotti 2 - Padova
tel.049692171 - fax.0498824273
email: info@cesp-pd.it



CESP nazionale
CESP Bologna
Scuola e Costituzione
Rete Scuole
Comitato genitori
Ass. per i diritti dei lavoratori
Cobas della scuola
Normativa
  

Sito dalla scuola e per la scuola bene comune, di tutti e per tutti.
Se vuoi ricevere INFO_azione a cura del CESP di Padova invia una mail qui oppure visita il forum

Rubrica: cobas scuola di padova


Delega per iscrizione

11 ottobre 2018 IL RAZZISMO, L’OMOFOBIA, LA XENOFOBIA istituzionalizzati dalla Regione VENETO
XENOFOBIA, RAZZISMO, OMOFOBIA di Cobas della Scuola Il bombardamento comunicativo a cui siamo sottoposti ci sta abituando ai peggiori luoghi comuni xenofobi e razzisti e sta quotidianamente erodendo il portato dell’operare includente di tante e tanti, individui e collettività. Questa semplice costatazione ci spinge ad intervenire su quanto sta succedendo nella nostra regione. La Regione Veneto, con il suo araldico assessore Elena Donazzan, è troppo spesso apripista della xenofobia e (...)
3 ottobre 2018 MIMMO LUCANO
Comunicato-stampa Mimmo Lucano libero subito, proteste in tutta Italia, il 6 ottobre tutti/e a Riace Contro il decreto Salvini e l’ignobile politica razzista e fascistoide del governo Lega-5Stelle, costruiamo una grande manifestazione nazionale E così Salvini e la Lega, con la piena compartecipazione dei 5 Stelle, hanno ottenuto, senza dover aspettare l’approvazione in Parlamento, l’immediata applicazione del loro infame “decreto in-sicurezza” grazie a magistrati che in tutta evidenza (...)
25 settembre 2018 Alcune considerazioni sul decreto CONCRETEZZA
L’impegno del Governo del Cambiamento era di ridare dignità sociale ed economica ai dipendenti pubblici ... i risultati sono questo decreto che mette all’indice tutti i suoi operatori [dalla Sanità alla Scuola, passando per Ministeri ed Enti Locali]. Siamo trattati da fanulloni, imbroglioni e nullafacenti, tutti da disciplinare e da tenere strettamente sotto controllo. Come esperienze sindacali di base del Veneto abbiamo sentito l’urgenza di rompere il silenzio attorno a questa ’operazione (...)
12 settembre 2018 L’11 SETTEMBRE UNA GRANDE GIORNATA DI LOTTA DEL PRECARIATO DELLA SCUOLA
Comunicato-stampa L’11 SETTEMBRE UNA GRANDE GIORNATA DI LOTTA DEL PRECARIATO DELLA SCUOLA IL 21 OTTOBRE A NAPOLI ASSEMBLEA NAZIONALE PER DECIDERE COME PROSEGUIRE LA LOTTA PER UN LAVORO STABILE E ADEGUATAMENTE RETRIBUITO L’11 settembre, dalle 9 fino a pomeriggio inoltrato, migliaia di precari/e hanno manifestato davanti a Montecitorio in occasione del dibattito parlamentare sul Decreto Milleproroghe. In tale decreto era prevista una misura che riconosceva il diritto dei/delle precari/e (...)
10 settembre 2018 11 SETTEMBRE, MAESTRE e PRECARI in Piazza a Roma
Comunicato-stampa 11 settembre, il precariato della scuola in piazza per il riconoscimento del diritto ad un lavoro stabile e adeguatamente retribuito A Roma, manifestazione unitaria al Parlamento, P. Montecitorio, dalle 9 alle 14 L’emendamento al decreto “mille proroghe” , approvato dal Senato il 3 agosto scorso, offre al l’intero movimento dei/delle precari/e della scuola l’occasione per ritrovare la compattezza e l’unità purtroppo mancata spesso in passato e fondamentale per vincere la (...)
16 agosto 2018 DIRITTO AL RUOLO
DIRITTO AL RUOLO Per una ripresa delle lotte dei precari Nel 1989 la legge 417 riconosceva per la prima volta, dopo anni di lotte dei precari, il diritto all’immissione in ruolo attraverso l’istituzione di una graduatoria di docenti in possesso di abilitazione e di 2 anni di servizio. Contestualmente si aprivano corsi di abilitazione per chi maturava almeno 2 anni di servizio. Le assunzioni avvenivano per il 50% dai concorsi e per il 50% dalle suddette graduatorie. Con la legge 296 del 2006 (...)
18 luglio 2018 ALCUNE BREVI NOTE SUL GOVERNO M5S-LEGA.
ALCUNE BREVI NOTE SUL GOVERNO M5S-LEGA. di Beppi Zambon Di solito si aspettano 100 giorni per tracciare un primo bilancio di una nuova compagine di governo, ne sono passai neanche 50 nel caso del Governo di Giuseppe Conte, prestanome del contratto tra M5S e Lega: è, dunque, presto, tuttavia cerchiamo ugualmente di cogliere quello che ci vogliono propinare, dove vogliono portarci a parare. È indubbiamente un governo formatosi tra avversità e sospetti tra le parti istituzionali che concorrono (...)
6 luglio 2018 VENEZIA, NASPI NEGATA AI PRECARI
COMUNICATO STAMPA Naspi negata ai precari della scuola, mancano i contributi. Domanda di disoccupazione respinta dall’INPS, i precari della scuola senza Naspi. Scaduto il contratto a tempo determinato con la scuola, molti supplenti si sono visti respingere la domanda di sussidio di disoccupazione (NASPI) presentata all’INPS. All’INPS non risultano i contributi che il Ministero dell’Economia e Finanze (MEF) avrebbe dovutoversare per i mesi di lavoro dei precari e delle precarie. Per i più (...)
3 luglio 2018 RICHIESTA DI INCONTRO MIUR
Comunicato Lavoratori Scuola Uniti I diplomati magistrali (DM) riuniti nei Lavoratori Scuola Uniti (che rappresentano i coordinamenti di DM di 7 regioni), insieme con i diplomati magistrali della Cub e dei Cobas, chiedono urgentemente un incontro all’On. Bussetti (Ministro dell’Istruzione) e all’On Pittoni (Presidente della Commisione Istruzione pubblica del Sentato). I Diplomati Magistrali chiedono di essere ricevuti ufficialmente presso gli uffici del Miur o del Senato, al fine di poter (...)
21 giugno 2018 DIPLOMATE MAGISTRALI, incontro con i deputati.
COMUNICATO STAMPA DIPLOMATE/I MAGISTRALI COBAS Mercoledì 20 giugno trenta diplomate/i magistrali hanno partecipato al presidio organizzato dai COBAS a Montecitorio. Oltre a maestre/i di Roma hanno partecipato al sit-in delegazioni di Pisa e Bologna. Dalle 10 alle 13 si sono alternati interventi, slogan e canti per riaffermare le ragioni della lotta che ininterrottamente prosegue da 6 mesi. Sono intervenuti al presidio parlamentari di diverse forze politiche: Alessandro Battilocchio e Maria (...)
0 | 10 | 20 | 30 | 40 | 50 | 60 | 70 | 80 |...