Home Centro studi per la Scuola Pubblica - CESP Padova Home

I DOCENTI DELLE SCUOLE PISANE BOCCIANO LA SPERIMENTAZIONE MINISTERIALE - Centro Studi per la Scuola Pubblica di Padova
Home page > proposte > I DOCENTI DELLE SCUOLE PISANE BOCCIANO LA SPERIMENTAZIONE MINISTERIALE

LA SPERIMENTAZIONE

I DOCENTI DELLE SCUOLE PISANE BOCCIANO LA SPERIMENTAZIONE MINISTERIALE

la truffa della Gelmini

giovedì 30 dicembre 2010

I DOCENTI DELLE SCUOLE PISANE BOCCIANO LA SPERIMENTAZIONE MINISTERIALE

I docenti delle scuole pisane bocciano in massa la sperimentazione meritocratica ministeriale. Ad oggi dalle segnalazioni pervenuteci dalle scuole ci risulta che in 17 collegi di settore delle medie (ed in alcuni casi anche in quelli plenari) su 33 la sperimentazione sulla valutazione è stata rispedita al mittente. Come si può evincere anche dalle mozioni approvate a Volterra e San Giuliano si sono espressi per il NO sia i docenti contrari alla meritocrazia sia i docenti che, pur favorevoli ad un sistema di valutazione, giudicano inaccettabile quello proposto dal Ministro Gelmini. E di fronte al flop del progetto il Ministero cerca di correre ai ripari spostando al 7 Febbraio la scadenza per le adesioni e per evitare che non si trovino le 80 scuole campione, una ventina per sede, divise tra i due progetti, la Gelmini ha deciso che Milano andrà in soccorso di Torino e Cagliari di Pisa. E così anche a Pisa nel mese di Gennaio verranno convocati i collegi delle rimanenti scuole. Come già comunicato i dirigenti scolastici della provincia di Pisa hanno inviato un documento al Ministero la cui richiesta fondamentale era quella di una maggiore precisazione dei contenuti e delle modalità di svolgimento della selezione, ma il Ministero non ha modificato né precisato alcunché al riguardo ed ha solo ventilato una generica disponibilità a mettere sul piatto qualche ….briciola in più. Ciò nonostante è prevedibile che alcuni dirigenti scolastici (anche se la maggioranza di loro sino ad oggi ha avuto un atteggiamento corretto e rispettoso della volontà espressa dai docenti del proprio istituto) parleranno di novità, di risorse maggiorate che se non vengono prese a Pisa andranno a Cagliari, ecc. ecc. ) e cercheranno di fare forzature anche nelle scuole che hanno già rifiutato la sperimentazione-truffa. E’ dunque importante (ovviamente dopo le feste) organizzarci perché a Pisa il rifiuto sia totale. Intanto ci giungono notizie dai Cobas cagliaritani che, in una sorta di gemellaggio con Pisa, si stanno già organizzando per presentare e far approvare nelle scuole mozioni di rifiuto.

COBAS SCUOLA PISA

ELENCO DELLE SCUOLE PISANE CHE HANNO BOCCIATO LA SPERIMENTAZIONE MINISTERIALE

1) Medie di Bientina e Buti
2) Medie di Calcinaia e Fornacette
3) Medie di Capannoli, Laiatico e Terricciola
4) Medie di Castelfranco di Sotto e Orentano
5) Medie di Crespina, Fauglia e Santa Luce
6) Medie di Lari, Chianni e Casciana Terme+collegio plenario
7) Medie di Montescudaio, Castellina M^ e Riparbella
8) Media “V. Galilei” Pisa
9) Medie Marina di Pisa e San Piero a Grado
10)Media “Mazzini” Pisa
11)Medie Pomarance, Larderello, Castelnuovo Val di Cecina e Monteverdi M°
12)Media “Gereschi” Pontasserchio+ collegio plenario
13)Media Ponte a Egola
14)Media “Niccolini” San Giuliano
15)Media Santa Maria a Monte+collegio plenario
16)Media “Leopardi” Vecchiano”
17)Medie Volterra e Saline+collegio plenario