Home Centro studi per la Scuola Pubblica - CESP Padova Home

Il Coordinamento delle Scuole in mobilitazione di Padova e provincia - Centro Studi per la Scuola Pubblica di Padova
Home > proposte > Il Coordinamento delle Scuole in mobilitazione di Padova e provincia

sciopero

Il Coordinamento delle Scuole in mobilitazione di Padova e provincia

MANIFESTAZIONE > 14 novembre, con partenza alle ore 9.00 dal piazzale della stazione

lunedì 12 novembre 2012

Il Coordinamento delle Scuole in mobilitazione di Padova e provincia, costituitosi giovedì 8 novembre in un partecipato incontro presso l’ITI Marconi, ribadisce la volontà degli Istituti di rimanere in agitazione finché gli articoli riguardanti la scuola nella legge di stabilità non saranno definitivamente cassati.

Siamo docenti di diverse scuole della città e della provincia, stanchi delle bugie del ministro Profumo, il quale afferma, a torto, che lavoriamo meno dei nostri colleghi europei per giustificare all’opinione pubblica ennesimi tagli all’istruzione.

Il movimento in difesa della scuola statale continua a diffondersi in tutta Italia; anche nel nostro territorio sono molte le scuole che hanno deliberato in assemblee o nei collegi docenti mozioni di protesta contro le politiche di austerità applicate all’istruzione, per la cancellazione dell’art.3 del ddl di stabilità che aumenta l’orario di insegnamento a 24 ore, contro il Pdl 953 (ex Aprea) che smantella gli organi collegiali e permette l’ingresso dei privati nella scuola pubblica, per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro e la piena contrattazione integrativa, contro i tagli alla scuola e per il rifinanziamento massiccio dell’istruzione pubblica, che consenta l’assunzione stabile dei precari e il ripristino di una didattica di qualità per tutte e tutti.

Il movimento ha dimostrato una grande determinazione spontanea, che già di per sé ha spostato in avanti i rapporti di forza tra categoria e governo.

Nonostante le promesse dell’esecutivo, sappiamo che non possiamo permetterci di abbassare la guardia. Un’improvvisa divaricazione dello spread, un accorato appello al salvataggio della nazione ed ecco che un emendamento del governo presentato direttamente in Aula può rimettere in circolo l’aumento orario all’ultimo secondo.

Abbiamo davanti un mese (da qui all’approvazione della legge di stabilità) in cui gestire una pressione e una presenza costante.

Sulla questione dell’aumento dell’orario di servizio dobbiamo assolutamente raggiungere l’obiettivo: perché la possibilità di disapplicare il testo di un contratto nazionale non riguarda solamente i docenti delle scuole secondarie, ma tutto il personale della scuola, tutti i lavoratori; riguarda noi, ma anche i nostri studenti e il loro futuro di lavoratori.

Per questo motivo invitiamo tutti i docenti ed il personale ata a partecipare alla manifestazione per lo sciopero generale dei lavoratori di tutta Europa del 14 novembre, con partenza alle ore 9.00 dal piazzale della stazione, con gli striscioni delle scuole e del Coordinamento, coinvolgendo anche gli studenti degli istituti superiori.

Partecipiamo anche alla manifestazione a Roma e allo sciopero della scuola il 24 novembre.

Cerchiamo di essere presenti alle Assemblee sindacali che si terranno il 13 novembre all’ITIS Severi ed in altre scuole della provincia: facciamo sentire la nostra voce ribadendo che questa volta non siamo disposti ad accettare compromessi di alcun tipo.

Per condividere la nostra azione anche con le altre componenti che vivono nella scuola, organizziamo nel maggior numero possibile di Istituti per il 16 novembre “la notte bianca per la scuola pubblica”, invitando genitori e studenti a venire a dialogare con noi dopo le lezioni e fino a sera, aprendo così al territorio la nostra protesta.

Infine troviamoci tutti domenica 18 novembre alle ore 11.00 presso la scalinata della Gran Guardia in Piazza dei Signori a Padova “armati di compiti e penne rosse”:

la scuola è nostra, impegniamoci a difenderla!

IIS Mattei di Conselve, Liceo Duca d’Aosta, ITC Einaudi – Gramsci, Liceo Tito Livio, IIS Ruzza, ITIS Severi, IIS Scalcerle, ITI Marconi, ITC Calvi, IC Selvazzano2, IT Belzoni – Boaga, Liceo Nievo, LAS Selvatico, IIS Newton di Camposampiero, IC di Albignasego, IC di Brugine, Liceo Fermi, LAS Modigliani, IIS Valle, IPIA Meucci di Cittadella, IIS Cattaneo di Monselice, X IC Padova, VIII IC Padova, IIS Einstein di Piove di Sacco

Pubblicato dal comitato genitori-insegnanti