Home Centro studi per la Scuola Pubblica - CESP Padova Home

SCIOPERO INVALSI E SOLDI DEL FONDO DI ISTITUTO - Centro Studi per la Scuola Pubblica di Padova
Home page > cobas scuola di padova > SCIOPERO INVALSI E SOLDI DEL FONDO DI ISTITUTO

volantino

SCIOPERO INVALSI E SOLDI DEL FONDO DI ISTITUTO

sciopero e ruolo delle RSU

martedì 24 aprile 2012

NIENTE SOLDI A CHI COLLABORA AI QUIZ INVALSI E ALLA DISTRUZIONE DELLA SCUOLA PUBBLICA

Nel tentativo di districarsi dalla matassa in cui anche il MIUR li ha imbrigliati, molti dirigenti stanno affermando che chi svolgerà il lavoro previsto per la somministrazione e soprattutto per la correzione delle prove INVALSI verrà retribuito con il Fondo d’Istituto.

I colleghi che stanno pensando di dare la loro disponibilità, devono invece essere correttamente informati e sapere che nessun dirigente potrà liquidare un centesimo, a meno che le attività di somministrazione e di correzione delle prove INVALSI non siano state inserite nel piano annuale delle attività. Ma molti dirigenti non hanno portato le prove INVALSI dentro i Collegi Docenti (avevano forse paura di andare in minoranza?) oppure hanno fatto di tutto perché dentro i Collegi non si votasse. Ma poi le Note del MIUR (n. 2792 del 20 aprile 2011 e n. 6830 del 18. ottobre 2011) hanno dato ragione ai Cobas laddove hanno affermato che il Piano delle Attività dovrebbe contemplare come attività aggiuntive (E DUNQUE NON OBBLIGATORIE) le attività di somministrazione e di correzione delle prove INVALSI; e aggiungono che Conseguentemente […] il riconoscimento economico per tali attività potrà essere individuato, in sede di contrattazione integrativa di istituto, ai sensi degli artt. 6 e 88 del vigente C.C.N.L. E il conseguentemente è proprio riferito al fatto che nessuna attività aggiuntiva può essere retribuita se non inserita nel piano delle attività e deliberata dal Collegio Docenti. Da questo punto di vista niente viene modificato dalla definizione di “attività ordinaria di istituto” che il ministro Profumo ha inserito nel decreto semplificazioni: senza inserimento nel POF, non si possono toccare i soldi del FIS!

Insomma, questa volta chi vuole “collaborare”, collaborerà gratis; come premio, avrà l’eterna riconoscenza del preside, del MIUR e finanche dell’INVALSI.

MA NON È TANTO UNA QUESTIONE DI SOLDI …

Chi si renderà disponibile a somministrare e a correggere i QUIZ permetterà una classificazione della tua scuola, anche se in quella scuola la maggioranza dei colleghi fosse in disaccordo con le prove INVALSI.
I quiz Invalsi insultano la scuola pubblica, ogni didattica di qualità, la professionalità dei docenti e qualsiasi serio apprendimento da parte degli studenti. I quiz saranno usati per classificare le scuole, i docenti, gli studenti e per differenziare gli stipendi degli insegnanti. Saranno alla base del lavoro dei nuclei di “autovalutazione” previsti in ogni scuola dalla legge Aprea già approvata alla Camera, quella stessa legge che inserisce i privati nei nostri Consigli di Istituto.
E’ un attacco fortissimo alla scuola pubblica e i quiz INVALSI sono una delle armi più potenti utilizzate.

CHI FA I QUIZ DANNEGGIA ANCHE TE … DIGLI DI SMETTERE!

SCIOPERO 9 MAGGIO ALLE ELEMENTARI, IL 10 ALLE MEDIE, IL 16 ALLE SUPERIORI NO AI TEST INVALSI - NO ALLA LEGGE APREA -
NO ALLA SCUOLA QUIZ E ALLA SCUOLA MISERIA

Cobas della Scuola