Home Centro studi per la Scuola Pubblica - CESP Padova Home

Rapporto OCSE/PISA 2011 - Centro Studi per la Scuola Pubblica di Padova
Home page > materiali > Rapporto OCSE/PISA 2011

tagli e ritagli

Rapporto OCSE/PISA 2011

truffa truffa ambiguita del MIUR

venerdì 16 settembre 2011

TRUFFA, TRUFFA, AMBIGUITA’

La pubblicazione dei dati desunti dal rapporto OCSE/PISA 2011 hanno fatto sì che il ministro glorificasse la sua azione per il miglioramento delle performance dell’Italia: purtroppo non è così, i dati si vermano all’anno scolastico 2009, quando ancora idanni della sua politica scolastica non erano ricaduti sul nostro sistema scolastico, quando i tagli della spesa per la scuola sul PIL non erano effettivi.

In allegato trovate la sintesi del rapporto e di seguito il commento della CISL [sic!!]

Le affermazioni del ministro, che ha parlato di miglioramenti nelle classifiche internazionali grazie agli interventi dell’attuale Governo, hanno scatenato un vespaio sia a livello politico che sindacale. A riguardo pubblichiamo i principali interventi.

La scuola migliora? Il merito è dei docenti - Dichiarazione di Francesco Scrima, Segretario Generale CISL Scuola

Le rilevazioni dell’OCSE segnalano migliori performance per la scuola italiana e puntualmente scatta la gara ad intestarsene il merito. Se il ministro di oggi lo assegna alle riforme che ha introdotto, la maggioranza di ieri lo rivendica a sé, trattandosi di una rilevazione fatta ad aprile 2009.

Chi ha ragione? Probabilmente nessuno, perché un impegno adeguato nei confronti della scuola in realtà non è venuto dai governi del passato né da quello presente.

Tutti avrebbero dovuto e potuto fare di più.

Ancora una volta la qualità del servizio di istruzione deriva dalla serietà e dalla capacità di chi quotidianamente ci lavora e attende, senza averlo ancora ottenuto, un appropriato riconoscimento.