Home Centro studi per la Scuola Pubblica - CESP Padova Home

GUIDA COBAS AI CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO UTILIZZANDO LE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO - Centro Studi per la Scuola Pubblica di Padova
Home > cobas scuola di padova > GUIDA COBAS AI CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO UTILIZZANDO LE GRADUATORIE (...)

precari

GUIDA COBAS AI CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO UTILIZZANDO LE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO

vademecum

martedì 23 agosto 2011

GUIDA COBAS AI CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO UTILIZZANDO LE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO

In questa guida riportiamo alcune indicazioni utili agli aspiranti docenti per l’assegnazione delle supplenze annuali e fino al termine delle attività didattiche per l’anno scolastico 2011/2012 attraverso le Graduatorie ad Esaurimento, tenendo conto delle istruzioni e delle indicazioni operative contenute nella nota ministeriale 6635 del 10 Agosto 2011.

UNA NOSTRA PREMESSA E GLI SPEZZONI INFERIORI A 6 ORE
La circolare conferma sostanzialmente per l’anno scolastico in corso le procedure, le modalità operative e i modelli organizzativi dello scorso anno scolastico.
Ma, per i/le precari/e questo non è purtroppo un anno normale. In presenza dei pesanti tagli agli organici è grave che, anche questo anno, gli spezzoni inferiori a 6 ore “che non concorrono a costituire cattedre o posti orario” non facciano parte del piano di disponibilità provinciale da ricoprire in base allo scorrimento delle graduatorie ad esaurimento, ma restino nella competenza dell’istituzione scolastica.” Ed inoltre, anche questo anno, all’interno di ciascuna istituzione scolastica i dirigenti scolastici devono attribuire gli spezzoni “ prioritariamente al personale con contratto a tempo determinato avente titolo al completamento di orario e, successivamente al personale con contratto ad orario completo - prima al personale con contratto a tempo indeterminato, poi al personale con contratto a tempo determinato - fino al limite di 24 ore settimanali come ore aggiuntive oltre l’orario d’obbligo.” Ma è ancora più grave che i sindacati concertativi tacciano o elevino solo flebili proteste su questa questione.

La circolare inoltre non propone alcuna deroga rispetto al diritto di completamento nel caso di un’accettazione di uno spezzone in presenza di posti interi, né stabilisce niente riguardo alla durata dei contratti del personale ATA stipulati dalle graduatorie di istituto.
L’accoppiata Gelmini-Tremonti dimostra anche nelle minime cose un vero e proprio accanimento nei confronti dei /delle precari/e: fermiamoli!

LE CONVOCAZIONI
I docenti iscritti nelle Graduatorie ad esaurimento sono convocati dagli Uffici Scolastici Provinciali ( le convocazioni vengono pubblicate sui siti degli USP) per eventuali nomine per supplenze annuali (contratto a t.d. fino al 31 agosto 2010) o per supplenze sino al termine delle attività didattiche (contratto a t.d. fino al 30 giugno 2010) su tutti i posti disponibili non coperti da personale di ruolo. Per quanto riguarda i posti di sostegno, la convocazione è riservata ai docenti in possesso di titolo di specializzazione.
In caso di non effettuazione delle supplenze da parte del Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale entro il 31.8.2011, a partire dal 1.9. 2011 le nomine spettano ai Dirigenti Scolastici responsabili delle scuole “polo”. Quest’anno tutte le operazioni, comprese le immissioni in ruolo, che nella maggior parte delle province inizieranno intorno al 24 agosto, sono in ritado, per cui quasi ovunque le convocazioni per le nomine da GaE slitteranno dopo il
1 settembre, con uno svantaggio economico per i precari, in quanto la decorrenza economica del contratto decorre dal giorno della firma del contratto con il dirigente scolastico delle scuola in cui sono stati/e nominati/e. La convocazione degli aspiranti docenti non avviene tramite telegramma.
Gli interessati non riceveranno perciò comunicazione individuale e dovranno presentarsi alla convocazione muniti di un documento di riconoscimento e del codice fiscale. I docenti che non si presenteranno di persona o che non avranno provveduto a rilasciare apposita delega saranno considerati rinunciatari.
Si raccomanda quindi ai Colleghi di prestare attenzione ai siti dei provveditorati che oggi si chiamano uffici ambiti territoriali preceduti da un numero romano, ma sul web conservano, a volte, la vecchia denominazione. Per trovarli http://www.istruzione.it/web/istruzione/siti_csa
Nei siti degli Uffici Territoriali sono pubblicati il quadro definito ed esaustivo delle disponibilità e delle relative sedi cui si riferiscono e il calendario delle convocazioni. Nel corso delle attività di attribuzione delle supplenze, dei predetti dati viene pubblicizzata ulteriormente una versione aggiornata in tempo reale che tenga conto delle operazioni già effettuate.
.................................>

a cura dei
COBAS DELLA SCUOLA

[si ringraziano in particolare Stefano Micheletti e Gilberto Vento]

il vademecum completo in allegato