MPI
USR Veneto
USP Padova
Comune Padova
Provincia Padova
Regione Veneto
Italia - servizi
Europa


Centro Studi per la Scuola Pubblica
via Cavallotti 2 - Padova
tel.049692171 - fax.0498824273
email: info@cesp-pd.it



CESP nazionale
CESP Bologna
Scuola e Costituzione
Rete Scuole
Comitato genitori
Ass. per i diritti dei lavoratori
Cobas della scuola
Normativa
  

Sito dalla scuola e per la scuola bene comune, di tutti e per tutti.
Se vuoi ricevere INFO_azione a cura del CESP di Padova invia una mail qui oppure visita il forum

mercoledì 20 giugno 2018, di cesppadova

documentazione

CONTRO LE IDENTIFICAZIONI ETNICHE E RAZZIALI, PER UNA SCUOLA INCLUSIVA

MOZIONE DEL COLLEGIO DEI DOCENTI DELL’ I.I.S. M. POLO-LICEO ARTISTICO" DI VENEZIA


MOZIONE DEL COLLEGIO DEI DOCENTI DELL’ I.I.S. M. POLO-LICEO ARTISTICO" DI VENEZIA

CONTRO LE IDENTIFICAZIONI ETNICHE E RAZZIALI, PER UNA SCUOLA INCLUSIVA

Il Collegio dei Docenti dell’ "I.I.S. M. Polo-LICEO ARTISTICO", ben consapevole del ruolo che ogni docente svolge nelle classi dove insegna, indipendentemente dalle materie che insegna, ribadisce che la funzione che la scuola svolge è quella d’insegnare l’apertura a qualsiasi forma di cultura che sia portatrice dei valori di pacifismo, legalità, antirazzismo e di rispetto della Costituzione, affinché mai possano né ripetersi né presentarsi, anche lontanamente, le condizioni per il ripetersi delle pagine peggiori della storia europea e italiana del XX secolo.

La nostra funzione non è solo quella di meri ripetitori, amorfi ed afoni, di nozioni vuote, ma è quella di testimoniare, nel momento opportuno, quando serve e prima degli altri, il rifiuto di qualsiasi schedatura, anagrafe, elenco, che rinvii, anche lontanamente, ad elenchi etnici, razziali, politici, sessuali, che servano ad escludere chiunque, a segnarlo, stigmatizzarlo, a renderlo "altro", espellerlo da una comunità come quella della scuola, che è comunità includente. Il nostro ruolo è anche quello di richiamare qualsiasi istituzione dello Stato al rispetto di questi valori.

Questo nostro ruolo viene prima di qualsiasi altro imperativo. 
Prima di qualsiasi ruolo pubblico o posizione politica, di qualsiasi ruolo che si svolge dentro un’Amministrazione dello Stato, prima di qualsiasi legge o pulsione politica, viene il ruolo inclusivo che noi svolgiamo, quotidianamente, dentro la scuola. Questo ruolo ci impone di ribadire che non collaboreremo mai con nessuna politica e atto amministrativo compiuto per identificare su base etnica, culturale, razziale, sessuale, per il rispetto che dobbiamo alla nostra funzione e per l’impegno che abbiamo preso, come funzionari pubblici, di fronte la Costituzione repubblicana che ci siamo impegnati a rispettare e testimoniare, sempre.

Venezia, 19 giugno 2018

Bookmark and Share